Il Lauro lo gnomo cattivo che ti soffoca di notte mentre dormi

 

Il Lauro lo gnomo cattivo che ti soffoca di notte mentre dormi

scherzocchio2

Una delle storie forse tra le più popolari,
non solo ad Oria, ma in tutto il Salento,
è quella del mitico Laùro…
Si racconta sia l’ anima di un bambino morto
prima che potesse essere battezzato,
il quale vaga in questo mondo tormentando familiari e discendenti.
Il lauro è descritto come un bimbo vestito similmente ad uno gnomo,
con in testa un cappello rosso a punta e un aspetto sgradevole e pauroso.
Si aggira di notte tra i dormienti di un abitazione,
sedendo sul torace delle vittime che così si sentono presto soffocare nel sonno.
Destati dal trauma spesso restano paralizzati dal terrore,
alla vista di questo spirito malvagio.
I piu intrepidi tuttavia possono tentare di rubagli il cappello,
a quel punto Esso, per riaverlo, propoine uno scambio:
chiede di riaverlo in cambio di oro oppure cocci…
se si sceglie l’ oro state certi che riceverete cocci,e viceversa.
Sono molte le famiglie che possiedono un Laùro,
e spesso possono essercene anche di piu, come nessuno…
Un altro “divertimento” che il Lauro ha,
è quello di intrecciare i peli di animali,
sprattutto nella coda dei cavalli.
Queste treccie sono indiscutibile segno della sua presenza
perche compaiono in una sola notte
e sono fatte con grande maestria anche con pochi,
cortissimi peli… e guai a scioglierle, l’ animale morirebbe all’ istante!!
L’ unica soluzione è lasciare che esse
si sciolgano da sole con il tempo
oppure convincendo il lauro
offrendogli dei dolciumi fatti in casa posti vicino all animale,
in assoluta riservatezza…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *