Android anche su PC, Google crea il sistema operativo universale

Google sta lavorando sulla fusione del sistema operativo Chrome OS e Android in un’unica grande piattaforma. Il nuovo Android, che si potrà installare anche su PC, dovrebbe essere pronto per una anteprima il prossimo anno, ma il lancio è previsto nel 2017.

899508687_thl

Alla fine ne rimarrà solo uno: Android. Per smartphone, tablet, computer portatili, smartwatch e altri dispositivi Google ha intenzione di mantenere aperto lo sviluppo di un’unica grande piattaforma software: Android.

La scoietà di Mountain View ha annunciato che intende combinare il suo software Chrome OS, inizialmente nato per alimentare i computer portatili chiamati Chromebook, con Android, il suo sistema operativo nato per smartphone e poi arrivato su tablet e smartwatch.

Google sta dunque lavorando sulla fusione del sistema operativo Chrome e Android in un unico sistema operativo. La notizia è stata prima riportata dal Wall Street Journal, ma poi è stata confermata dal gigante della ricerca. Google ha in programma di rilasciare la versione unificata di Android nel 2017, con un primo sguardo di anteprima che ci verrà dato il prossimo anno.

Chrome OS non andrà a scomparire completamente, si legge nel rapporto, ma rimarrà a disposizione di altre aziende, essendo un progetto open source e quindi di sviluppo libero, ma Google si concentrerà sull’estensione di Android ai computer portatili.

Qualcuno di voi magari non sa nemmeno di cosa si sta trattando leggendo di Chrome OS, dal momento che la piattaforma ha una bassa rappresentanza sul mercato dei computer portatili: i Chromebook a livello globale nel 2014 hanno rappresentato circa il 3 per cento del mercato, secondo la società di ricerca IDC.

Annunciato nel 2009, Chrome OS è una piattaforma basata sul browser Google Chrome e sul kernel Linux. È un sistema operativo open source, pensato per gli utenti che lo utilizzano per la maggior parte del loro tempo collegati ad internet. Immaginatelo come una versione avanzata del browser Chrome, su cui si basa per il 90%. Caratteristiche forti di Chrome OS sono l’impiego di solo otto secondi per avviarsi in un computer con un’unità a stato solido, e i prezzi tutto sommato bassi (sui 200-300 dollari circa).

Non penso sia sbagliato pensare che Google con Android vuole arrivare dove Microsoft è arrivata con Windows – con Windows 10, l’azienda di Redmond ha voluto realizzare una piattaforma che sia unica, in grado di adattarsi da sola al tipo di dispositivo su cui viene eseguita (PC, notebook, smartphone, tablet, smartwatch, ecc.). Google a questo punto immaginiamo intenda fare lo stesso.

Google ha acquisito Android nel 2005, piattaforma diventata la più utilizzata nel mondo smartphone e tablet. Più di recente Android è arrivato anche sugli orologi, con il nome di Android Wear, e l’arrivo anche su PC sembra un passo logico adesso.

Vale la pena ricordare che il CEO di Google Sundar Pichai è a capo sia del progetto Android che Chrome OS da almeno due anni.

Secondo il Wall Street Journal, la rinnovata versione di Android si potrà eseguire su un qualsiasi personal computer e dispositivo mobile, permettendo anche l’accesso da PC al Google Play Store. Inoltre, i computer alimentati da Chrome OS prenderanno un nuovo nome, secondo il WSJ, e non si chiameranno più Chromebooks.

fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *