Windows compie 30 anni, fu lanciato nel 1985

Con Windows 1.0 entra nella battaglia con Ibm e Apple per rendere il pc un oggetto di massa

002487795

Il 20 novembre del 1985 Microsoft lanciò la prima versione del suo sistema operativo, Windows 1.0. Dopo trent’anni e 11 versioni il software del colosso informatico americano domina ancora il mercato: quasi il 90% dei pc del mondo lo usano. Con Windows 1.0 Microsoft lanciò la prima risposta a quella che sarebbe diventata una guerra con Apple e Ibm per rendere il pc un oggetto di massa. Questa versione consentiva di lavorare con una grafica a finestre e di avere accesso a diverse applicazioni come Paint, blocco note e la calcolatrice. Inoltre come il primo sistema operativo lanciato da Apple un anno prima con Macintosh, quello di Microsoft dava la possibilità di usare il mouse per spostarsi tra le finestre. Prima con i sistemi MS-DOS si poteva interagire con il computer solo attraverso la tastiera.

Tuttavia Windows 1.0 è stato un fallimento visto che era ancora poco intuitivo e molto lento nell’eseguire i comandi. Sarà sostituito solo due anni dopo con la versione 2.0, forse la prima ad assomigliare ai sistemi operativi che usiamo oggi. Per esempio è stato il primo a introdurre il pannello di controllo. Ma il grande successo commerciale arrivò solo con la pubblicazione di Windows 3.1 nel 1992. A questo seguirono le versioni Windows 95 e Windows 98, per arrivare a Windows XP, il sistema operativo di maggior successo del gruppo di Redmond che solo di recente è stato ritirato dal mercato dopo quasi 15 anni. I tre prodotti successivi sono stati Windows Vista (un flop) e poi Windows 7 e Windows 8.

Questo autunno Microsoft ha lanciato l’ultima versione, Windows 10, per la prima volta gratuito per chi possedeva una versione di Windows 7 o 8. Tra le novità introdotte dall’aggiornamento c’è il nuovo assistente vocale Cortana (corrispettivo di Siri per Apple), il nuovo browser Edge, che ha sostituito Explorer e il sistema di identificazione Windows Hello.

fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *