Frigorifero troppo rumoroso, come mai si sentono dei fruscii, dei gorgoglii e degli scatti?

Foto articolo.Dopo tanti anni passati in sua compagnia il nostro vecchio frigorifero ci abbandona. Ci eravamo affezionati, ma il suo non corretto funzionamento e il suo consumo energetico divenuto oramai insostenibile, ci costringono a sostituirlo con uno nuovo molto più bello.

Finalmente portiamo a casa il nostro nuovo frigorifero e ben presto ci accorgiamo che è un poco rumoroso.

Fruscii, gorgoglii, e scatti improvvisi ci fanno saltare di notte in preda a chi sa quali pensieri, quando ci accorgiamo che è proprio lui ad infastidirci. Che sarà successo? Il frigorifero nuovo è difettoso? Niente di tutto ciò il suo rumore dipende dal gas che c’è all’interno.

I vecchi frigoriferi e congelatori, avevano all’interno tipi di gas refrigerante quali: CHC o HCFC, che liberati nell’atmosfera venivano frantumati dai raggi ultravioletti, liberando atomi di cloro responsabili della distruzione delle molecole di ozono.

Una normativa europea ha pertanto imposto, per tutelare l’ambiente, la sostituzione del vecchio gas, presente nei frigoriferi, con gas di diversa natura privi della molecola del cloro, che non hanno nessun impatto sui fenomeni di riduzione dello strato di ozono. Questi tipi di gas nel muoversi all’interno del circuito frigorifero, a seconda delle varie fasi in cui si trovano, quindi in un momento di espansione o altro, generano rumori poco piacevoli.

Purtroppo non c’è un rimedio per risolvere definitivamente questo inconveniente, che non è uguale per tutti i frigoriferi, infatti non generano lo stesso rumore e con la stessa intensità. Succede anche che due modelli uguali di frigorifero, possano generare una rumorosità differente. All’acquisto non vi è dato sapere come il gas refrigerante ecologico si comporterà all’interno del circuito. Anche perché il gas si muove lungo il circuito frigorifero nel momento in cui il compressore è in attività, e tale operosità dipende da un insieme di fattori, temperatura impostata, alimenti all’interno, temperatura dell’ambiente circostante ed altro, che sono variabili da un ambiente ad un altro.

La rumorosità di un frigorifero può essere dedotta dall’energy label, sulla quale è indicato il rumore in DBA prodotto. La normativa fino a tempo fa non obbligava le aziende a dichiarare la rumorosità, che sulla maggior parte delle etichettature energetiche era assente, ora con l’introduzione della nuova energy label e la nuova regolamentazione il produttore deve dichiarare i decibel di rumore del frigorifero. In fase di acquisto è pertanto possibile conoscere il rumore, paragonarlo tra i vari modelli e scegliere quello più silenzioso. Il raggiungimento di una maggiore silenziosità dipende dalla tecnologia impiegata per la costruzione, che incide al rialzo sul costo d’acquisto.

 

Fonte


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *