Cina: la stampa 3D salva la vita di un bambino

 

Con un cuore stampato in 3D salvato un bimbo di 14 mesi

fermi immagine dal video di un cuore realizzato con una stampante 3D che ha aiutato un chirurgo di Louisville, nel Kentucky, a salvare la vita di un bimbo di 14 mesi. ANSA/FERMO IMMAGINE/++ NO SALES, EDITORIAL USE ONLY.  NO ARCHIVES ++

Certo, la stampa 3D trova impiego maggiore nell’ambito design, ma questa tecnologia ha moltissime altre potenzialità. Per esempio abbiamo osservato come questo “strumento” sia stato utilizzato per stampare ossa e, solo il mese scorso, vi abbiamo segnalato la prima operazione chirurgica per l’impianto di vertebre stampare in 3D, è stato il primo intervento chirurgico del suo genere.
Ora, stando alle ultime notizie, sembra che la stampa 3D sia riuscita a salvare una vita (ovviamente, con l’aiuto dei dottori) di un bambino cinese di 9 mesi. Ora, il bambino non ha subito il trapianto di alcuna componente stampata in 3D, ma i medici hanno creato una replica 3D del suo cuore, per poter pianificare al meglio l’operazione.
L’infante in questione soffriva di un grave difetto cardiaco congenito. Secondo Zhang Xueqin, il chirurgo che si è occupato dell’operazione, “grazie al modello 3D siamo stati in grado di stabilire con precisione come e dove tagliare, e le dimensioni dell’incisione. Grazie ad un pianificazione estremamente precisa, siamo stati in grado di completare l’intervento nella metà del tempo previsto.”
Zhang sostiene che il difetto era particolarmente grave a causa delle dimensioni ridotte del paziente, condizione che avrebbe reso difficile la pianificazione dell’intervento tramite tecniche tradizionali quali un esame ecografico. Stando alle ultime news, il piccolo paziente è già stato trasferito in un reparto per la riabilitazione.

via

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *